di Alessandra Daniele

renzinglishVisto l’inglese di Matteo Renzi, è il caso di fornire un chiarimento agli anglofoni che si fossero imbattuti nella sua ridicola performance di Venezia per Digital Venice.

Dear anglophones,
you might have come across this nonsensical rambling babble by our current prime minister Matteo Renzi.
This is what we call a Supercazzola.
Don’t blame its embarrassing absurdity on language issues only: Matteo Renzi’s Italian speeches usually make even less sense.
They’re all Supercazzolas.
He always tries to fake competence and pose as an innovator, but he’s only smoke and mirrors.
He’s basically a professional bullshitter.
A Cazzaro.
Please, don’t buy anything he says. Ever.
He’s not planning to ”improve” our political system as he claims.
He’s trying to butcher our Constitution as he did with your language.
Whoever tells you differently is either lying, or deluded.
Today Renzi seems to be the Chosen One: he’s popular, backed up by the media and the financial lobbies, glorified by propaganda, and surrounded by sycophants, but eventually he will fall victim of his own ludicrous incompetence, and probably end up backstabbed by his own party.
Let’s hope it won’t be too late for my country.
Although it might already be.

Cari amici anglofoni,
potreste esservi imbattuti in questo insensato sproloquio del nostro attuale premier Matteo Renzi.
Questa è ciò che chiamiamo una Supercazzola.
Non imputatene l’imbarazzante assurdità solo a problemi linguistici: i discorsi in italiano di Matteo Renzi sono di solito persino più insensati.
Sono tutti Supercazzole.
Renzi cerca sempre di simulare competenza e s’atteggia a innovatore, ma è solo una messinscena.
Renzi è un contaballe professionista.
Un Cazzaro.
Non credete a niente di quello che dice. Mai.
Non sta progettando di ”migliorare” il nostro sistema politico istituzionale come rivendica.
Cerca di massacrare la nostra Costituzione così come ha fatto con la vostra lingua.
Chiunque vi dica il contrario è un bugiardo, o un illuso.
Oggi Renzi sembra essere il Prescelto: è popolare, sostenuto dai media e dalle lobby finanziarie, esaltato dalla propaganda, e circondato da adulatori, ma prima o poi cadrà vittima della sua stessa ridicola incompetenza, e finirà probabilmente pugnalato alle spalle dal suo stesso partito.
Speriamo che non sia troppo tardi per il mio paese.
Benché potrebbe già esserlo.

Share
Tagged with →