di Alessandra Daniele

L’illusione grillina d’essere un partito di massa – il nuovo Partito della Nazione – sta naufragando miseramente, quanto meritatamente.
In Sardegna il Movimento 5 Stelle è precipitato al 9%, che calcolata l’astensione fa meno di 1 elettore su 20.
La Lega non è andata molto meglio, è crollata all’11%, sotto al PD, e ha potuto cantare vittoria solo perché caricata sul vecchio barcone berlusconiano, che grazie al Partito Sardo D’Azione avrebbe vinto anche senza la Lega.
La pacchia è finita.
I grillini però continuano a reagire alle sconfitte esattamente come facevano i renziani: negano l’evidenza, elencano ossessivamente tutti i loro presunti meriti di governo, accusano i giornalisti di non essere abbastanza servili, promettono un’improbabile rimonta appena gli elettori avranno capito quanto in realtà loro siano stupendi.
L’arrogante, stizzosa rivendicazione di Luigi Di Maio della sua leadership fallimentare è puro Renzi al 100%.
Sembra di assistere ad una di quelle soap opera interminabili nelle quali le storyline d’un personaggio vengono dopo qualche anno riciclate per un altro.
Ad Amelia Shepherd di Grey’s Anatomy è toccato lo stesso identico subplot romantico che fu di Cristina Yang. Ai 5 Stelle sta toccando il tracollo renziano.
Fra le molte cause, oltre alla svendita totale di tutti i principi fondanti, c’è il subplot romantico con quel Salvini che è arrivato dove voleva usando il M5S come un taxi. Del Mediterraneo. I grillini sono anche diventati i suoi soccorritori personali: Save the Cialtron.
Come liberarsi di quest’Amore Criminale? Proviamo a dare qualche idea a Di Maio ispirata proprio alle soap opera:

“A firmare il Contratto di Governo con la Lega non sono stato io, ma il mio gemello cattivo, che mi aveva rapito e imprigionato in un sotterraneo abusivo. Adesso che mi sono liberato, posso distruggerli. Il contratto, e il gemello. Anche Di Battista ha un gemello che lo ha sostituito dopo il suo ritorno dal Sudamerica, ma non è cattivo. È solo più scemo”.

“Quando ho firmato il Contratto di Governo non ero in me, a causa d’un enorme tumore al cervello. Adesso che m’è stato rimosso grazie alla nuova tecnica della dottoressa Amelia Shepherd, sono di nuovo me stesso, posso far annullare il contratto, e offrire un ruolo nel Movimento, oggi più attento alle competenze, alla dottoressa Amelia Shepherd. Il fatto che sia un personaggio fittizio non è un problema per noi. È comunque più reale di Giuseppe Conte”.

“Ho firmato il Contratto di Governo con la Lega soltanto per accedere al Ministero della Sanità, dal quale sventare la minaccia che sapevo incombente d’una zombie apocalypse, provocata da un vaccino sperimentale che siamo riusciti a bloccare. Adesso che la catastrofe è scongiurata, anche il contratto non serve più”.

Quest’ultima scusa potrebbe sembrare un po’ fuori tema, in realtà anche The Walking Dead è una soap opera.
Ed è più credibile delle cazzate che raccontano di solito i grillini.

Share