di Alessandra Daniele

dna2.JPGIl presidente ereditario della Federazione Italiana ha celebrato il Primo Maggio, Festa dei Laboratori con il suo consueto messaggio alle repubbliche confederate di Padania, Pontificia, e Provenzania.
”Da quando la flessibilità genetica ha risollevato le sorti dell’economia, questa data è stata dedicata alla preziosa opera dei Laboratori di Ingegneria che ogni giorno modificano migliaia di risorse umane secondo le richieste del mercato – ha ricordato il presidente. – Sempre operando sul DNA di soggetti adulti, e mai di embrioni, nel pieno rispetto dei dettami della Chiesa Cattolica – ha poi puntualizzato. – Gli operai tessili multibraccia, i centralinisti multiorecchie, gli edili dallo scheletro gommoso che cadendo dalle impalcature rimbalzano al loro posto, i petrolchimici che respirano metano, i metalmeccanici metallizzati, le badanti multifiga, sono ormai milioni coloro che devono il loro posto di lavoro alla geniale opera dei Laboratori, e ai relativi nuovi Contratti Mutanti.
La flessibilità genetica ha realizzato in pieno il sogno dei nostri padri, e in particolare del mio: abbattere il costo del lavoro per far ripartire l’economia. Oggi gli imprenditori non devono più preoccuparsi di faccende marginali come le vecchie norme di sicurezza, gli operai ignifughi non necessitano di misure antincendio, e non c’è turno che un operaio auto-anfetaminico possa considerare troppo usurante. Non più una fabbrica a misura d’uomo, ma un uomo a misura di fabbrica, letteralmente.
La disoccupazione non è più una condizione avvilente, ma solo una breve transizione fra una riconversione genetica e l’altra – ha continuato il presidente. – Gli impiegati polidattili in esubero possono farsi crescere le branchie, e spostarsi nel settore marittimo come polpoperai, le maestranze dell’obsoleto mondo della cultura possono rimpiazzare le parti del loro cervello ormai inutili con wetware contabile, e ricollocarsi come registratori di cassa viventi.
E’ un Nuovo Miracolo Italiano – ha concluso il presidente – e possiamo celebrarlo in armonia e concordia federale col Poligoverno di Ibridazione, come abbiamo già fatto per la giornata della Memoria Giudiziaria dedicata alle centinaia di migliaia di vittime barbaramente trucidate dai magistrati stalinisti durante l’efferata Purga del 1992”.
Questo è tutto per il Tg Unico di stasera. Restituiamo la linea alla diretta del concerto del Primo Maggio. L’orchestra multibraccia eseguirà musiche dei Polipooh.

Share