di Alessandra Daniele

Sorridi.
Sei al governo. Quando ti ricapita?
Sorridi.
Sei in Tv. Il conduttore è con te. E con il tuo spirito.
Non capisci la domanda?
Non conosci l’argomento?
Non sai di cosa stai parlando?
Sorridi, e trasmetti ottimismo.
Sorridi, e cambia discorso.
Sorridi, e spara l’ennesima cazzata.
L’immagine è tutto. Altrimenti col cazzo che t’avrebbero eletto.
Sei giovane. Le tue idee sono vecchie, anzi vecchissime: nazionalismo razzista, assistenzialismo ricattatorio, machismo securitario, ma tu sei giovane e sorridente, e prometti il Cambiamento.
Se ci hanno creduto finora, vuol dire che funziona. Che continueranno. Finché sorriderai.
Finché scaricherai sul capro espiatorio di turno le colpe di tutti, a cominciare dalle tue.
Finché saprai inventarti una cazzata al giorno per distrarre i media. La Flat TAV. La Tassazione Chimica. Alien contro Navigator.
Sorridi.
La camorra spara ai bambini per strada?
La mafia pretende gli appalti che le avevi promesso?
La guerra incombe alle porte di casa, e tu non sai assolutamente che cazzo di posizione politica, diplomatica, tattica o strategica prendere, né quale dei tuoi padroni, nazionali e internazionali, servire per primo?
That’s the time you must keep on trying
Smile, what’s the use of crying?
You’ll find that life is still worthwhile
If you just smile. 

Share
Tagged with →