di Raffaele K. Salinari

SalinariSMS.jpg
[Raffaele K. Salinari è medico, docente all’università di Bologna, animatore della ONG Terre des Hommes. Qui presenta il suo libro SMS: Simboli Misteri Sogni, Edizioni Punto Rosso, 2012. Il libro può essere acquistato come e-book nel sito di Punto Rosso, o letto gratuitamente nella pagina personale del suo autore.]

“La trama nascosta è più forte di quella manifesta” dice Eraclito di Efeso. È questa la chiave di lettura di un libricino tascabile come SMS: Simboli, Misteri Sogni, che lega in un sottile filo di Arianna i segreti del soggiorno veneziano del giovane rivoluzionario russo Koba, che qualche anno dopo sarebbe diventato Stalin, alla storia del Turco, l’automa meccanico che nel lontano ottocento sconfisse Caterina di Russia e Napoleone Bonaparte. La sua fascinazione colpì anche l’immaginazione Walter Benjamin che ne usò la figura come apertura delle sue Tesi sul concetto di Storia.

Qualche anno prima Edgard Allan Poe aveva cercato di svelarne il mistero di macchina animata, finendo così per renderlo ancora più fitto. Ma la trama nascosta si svela anche attraverso l’intrigante decifrazione delle scritte in greco antico poste su un cratere attico del terzo secolo avanti Cristo, sul quale le figure di Hypnos e Thanatos trasportano fuori dal campo di battaglia un eroe morente. Una scena che colpì Jean Cocteau il quale, nelle sue elaborazioni filmiche surrealiste sul mito di Orfeo ed Euridice, riprende la scena e ci spiega la magia degli specchi, la relazione speculare tra il Sonno ed il suo gemello Morte. Queste vicende, che da uno spazio tempo lontano illuminano di nuova luce il presente, risuonano anche nella riflessione di un giovane Pasolini che, sui monti di Paderno, meditava sulla scomparsa delle lucciole nel cono d’ombra del fascismo. Il libro riprende così il filo che trama l’esperienza dolorosa del regista di Accattone e delle 120 giornate di Sodoma all’avventura di un medico tra i pigmei Bambute della foresta dell’Ituri, in Congo, anch’essi adoratori di quella stessa luminosità che irradia dal corpo di Accattone mentre si getta dal Ponte degli angeli. Storie analogiche, trame che coprono e raccordano punti apparentemente lontani, maschere ed estasi che nascono dalla natura stessa dei personaggi che popolano questo labirinto rimandi, analogie, sovrapposizioni storiche. SMS è un libro di storie che servono alla manutenzione del simbolico; i racconti, le cronache, le immagini, le suggestioni raccolte in SMS: Simboli Misteri Sogni, sono attraversate da questo intento, da questa in-tensione che tesse una trama di intriganti metafore, costruisce il fasciame teso di queste piccole navicelle che conducono lo sguardo del lettore verso territori le cui mappe sono percorribili attraverso il disvelamento dell’invisibile che tutto lega ed attraversa.

Share