di Valerio Evangelisti

Gargoyle.jpg
Normalmente, su Carmilla non riportiamo comunicati stampa. Se questa volta violiamo la regola, è perché l’evento segnalato è di notevole importanza. Nasce infatti in Italia una casa editrice specializzata in horror di qualità: la Gargoyle Books di Roma (cliccate sul nome e visitate il loro sito: ne vale davvero la pena). Non che in Italia l’horror non avesse cittadinanza. A parte il “fenomeno” Stephen King e la popolarità di autori come Anna Rice o Clive Barker, numerose case editrici grandi e piccole (più numerose di quanto lasci intendere il comunicato) propongono da anni titoli buoni o eccellenti: Fanucci, Sperling & Kupfer, Larcher, Datanews, Dario Flaccovio, ecc. Esistono anche scrittori horror italiani che godono del giusto apprezzamento, come il nostro Danilo Arona, Alda Teodorani e alcuni altri. Però è vero che, mentre i restanti filoni della narrativa di genere hanno ormai affermato la loro presenza, per non dire la loro egemonia (termine che lascio agli imbecill e agli ingenui che denunciano la minacciosa avanzata della “paraletteratura” ), l’horror è rimasto in qualche modo al palo.

Il fatto è che, in questo campo, è mancato un progetto (a parte generosi tentativi: ricordo tra tutti quello della defunta Interno Giallo, ripreso per qualche tempo da Mondadori) indirizzato a proporre sistematicamente nel nostro paese i migliori titoli stranieri. Alla conoscenza incompleta dell’horror classico (se in Italia Lovecraft è ben noto, pochissimi conoscono il suo pari livello Jean Ray), si è dunque sommata quella altrettanto incompleta dell’horror contemporaneo. Eppure è solo dalla lettura dei migliori esempi in circolazione nel mondo che può nascere un horror autoctono su solide basi: sia come “parco” di scrittori che, soprattutto, come parterre di lettori affezionati.
Gargoyle Books sembra intenzionata a colmare questo vuoto progettuale, e i primi titoli che annuncia promettono bene. Le auguriamo di diventare l’equivalente delle francesi Pocket Terreur o Fleuve Noir Thriller, e delle tante collezioni di uguale prestigio che fioriscono un po’ in tutta Europa, esclusa finora l’Italia.

COMUNICATO

Nel mese di marzo 2005 esordirà una nuova sigla editoriale, la GARGOYLE BOOKS, specializzata in horror di qualità.
All’interno della vasta categoria della letteratura di genere, l’horror è oggi più vitale che mai, come provano i grandissimi successi dei romanzi di Stephen King o di Ann Rice, ma anche i fumetti, il cinema, i videogiochi, mostrandosi capace di uscire dal pubblico di nicchia e di conquistare un proprio spazio nel mass market.
Perché la scelta di pubblicare solo horror? Gargoyle nasce con un preciso intento: colmare una lacuna tutta italiana. Esistono editori specializzati in gialli e noir, in rosa, ma non esistono ad oggi in Italia sigle che pubblichino esclusivamente horror, se non quelle che, all’interno di un più ampio programma, ad esempio fantascienza o gialli, inseriscano anche il nostro genere. Eppure, l’horror conta un numero incredibile di estimatori e appassionati, ma in Italia solo pochi grandi nomi, Stephen King e Ann Rice, monopolizzano il mercato dominando puntualmente le classifiche ad ogni nuova uscita. Di contro, accanto ad una vasta produzione effettivamente classificabile come ‘di serie B’, all’estero figurano molti altri autori, che hanno ampiamente dimostrato ottime capacità letterarie confezionando romanzi di qualità e riscuotendo grande successo: parliamo di Dean Koontz, Clive Barker, Dan Simmons, e ultimamente Laurel K.Hamilton. Autori che inspiegabilmente non trovano una collocazione nei cataloghi di editori italiani di genere ma che all’estero sono arcinoti.
Gargoyle sarà la prima sigla editoriale italiana specializzata nell’horror e nel dark fantasy letterario, selezionando e traducendo i romanzi dei migliori scrittori stranieri, sotto il segno della qualità: ottimi autori, ben curati e tradotti per il pubblico italiano, proposti in un’adeguata collocazione. L’intento è quello di divenire un punto di riferimento per i tanti lettori appassionati del genere.
A dare vita al progetto Gargoyle Books è un appassionato di horror con un passato da dirigente in importanti società sportive e cinematografiche. Gargoyle avrà sede a Roma.
I primi due autori pubblicati saranno Chelsea Quinn Yarbro, considerata insieme a Ann Rice la regina dell’horror internazionale, e Joseph Nassise. Ma in catalogo figureranno anche ‘classici’ del genere, ancora inediti in Italia, come Robert McCammon, John Passarella, Michael Laimo, Cristopher Golden, per raggiungere il numero di otto pubblicazioni per il 2005.

Qualche notizia sui primi due autori pubblicati:

Chelsea Quinn Yarbro, americana, è una vera e propria officina: scrittrice professionista dal 1970, ha al suo attivo più di settanta romanzi, e poi racconti, commedie, saggi e molto altro. I suoi romanzi, che spaziano tra i generi e li rimescolano, passano per il mistery la historical e la science fiction, e l’horror puro, le hanno fatto guadagnare la stima di milioni di lettori in tutto il mondo e sono pubblicati dalle più prestigiose case editrici (St.Martin Press, Doubleday, Warner Books, Bantam, Avon). Per Gargoyle uscirà Hotel Transilvania, il primo dei numerosi romanzi che compone il ciclo del Conte di Saint Germain, vampiro ed eroe tormentato che riscatta il suo fato oscuro combattendo per amore e per onore. In Hotel Transilvania la Yarbro dà un saggio della sua abilità di scrittrice, intrecciando mirabilmente avventura romantica e brivido gotico in un grande affresco storico.

Joseph Nassise, americano, è oggi il presidente della prestigiosa Horror Writers Association, carica che in passato è stata di autori di culto quali Dean Koontz, Charles Grant e Brian Lumley. Riverwatch, il romanzo che Gargoyle pubblicherà, è stato candidato al Bram Stoker Award e all’International Guild Award come migliore opera prima.
La Pocket Books, sigla americana che per prima lo ha pubblicato, ha in corso di pubblicazione la nuova serie di dark fantasy di Nassise.
Nassise sarà in Italia nel mese di marzo per promuovere il suo romanzo e partecipare alla Convention annuale di Fiuggi Italcon Deep Con, il principale appuntamento italiano su fantascienza e dintorni.

Share