di As Chianese

sedia.jpg

Enzo G. (Girolami) Castellari, figlio del regista e produttore Marino Girolami, è uno dei registi più famosi e di successo che dagli anni ’60 ad oggi abbiano fatto cinema nel bel paese. Il suo stile vigoroso e inconfondibile, che lo porta ad esplorare con la sua macchina da presa, i territori dell’action movie e dell’avventuroso, fa impazzire gli americani… piace terribilmente a registi come Sam Raimi e Quentin Tarantino che sin da giovanissi hanno messo: “Keoma” (1976) “Quel Maledetto Treno Blindato” (1977) e “L’Ultimo Squalo” (1980) tra i loro film di culto.
Incline alle produzioni indipendenti, alquanto pericoloso per le major della celluloide, Castellari, ha rappresentato e continua a rappresentare una sorta di alternativa ma sopratutto una splendida realtà registica che ancora oggi, sin dai successi al botteghino de “La Battaglia d’Inghilterra” (1969), stupisce e continua a produrre nuove e sempre più grandi emozioni.


In quest’intervista, concessami in esclusiva, abbiamo fatto il punto sul significato del cinema in generale, sui suoi nuovi interessi, sulle collaborazioni e sopratutto abbiamo ridisegnato una sorta di iter personale di Castellari dove il “genere” non esiste e tutto è semplicemente, grandiosamente, cinema.

Chianese: Mi parli un po’ di lei, come è iniziata la sua passione per il cinema di genere?

Castellari: Il termine “cinema di genere” mi va molto stretto. Che vuol dire? I miei film sono venduti e visti in tutto il mondo, con grande successo di incassi e di pubblico.
Questo vuol dire “cinema di genere”? Vuol dire cinema che piace internazionalmente? Allora non sono molti i film di genere, anzi…

Chianese: Quali film ha amato? C’è stato uno che le ha fatto pensare: “Voglio fare questo tipo di cinema!”?

Castellari: Io ho amato ed amo tutti quei film che mi fanno sognare, mi trasportano, che mi fanno dimenticare i problemi giornalieri, che nelle due ore di proiezione mi prendono completamente e mi fanno vivere le avventure del protagonista, portandomi con lui nei luoghi incantati scelti dal regista. Credo che il cinema sia uno spettacolo creato, ideato e realizzato solo per il pubblico e non una masturbazione cerebrale per pochissimi.
Sono molti, moltissimi, i film che mi convincono sempre di più che ho scelto una professione straordinaria.

Chianese: Lei ha una nutrita filmografia: se dovesse scegliere in essa il suo capolavoro per quale opterebbe?

Castellari: Amo tutto il lavoro che ho fatto. Il vero capolavoro lo devo ancora girare, è questione di mesi.

Chianese: Perché non scelse di dirigere film impegnati o commediole?

Castellari: Un regista deve scegliere solo tra film impegnati e commediole?
Che vuol dire “impegnati”? Vuol dire che il regista mette tutto il suo “impegno” nella realizzazione di un suo progetto, di una sua idea che arrivi al pubblico o vuol dire che il suo “impegno” è fare film per pochi intimi, per una manciata di spettatori o per sette, otto critici?
Il mio lavoro è “impegnato” a cerare emozioni per il mio pubblico, per quelli che si aspettano da un mio film sensazioni forti, batticuore, commozione, tenerezza, turbamento, paura, gioia, trepidazione, entusiasmo, passione… questo è l’ “impegno”, che ogni regista dovrebbe avere quando si appresta a girare un film che è destinato al pubblico, a tutto il pubblico!!!

Chianese: Ma la sua professione quanti e quali sacrifici le è costata?

Castellari: Solo e soltanto tanta soddisfazione, tanto entusiasmo e tanta gioia.

Chianese: Lei ha avuto modo di lavorare con Alberto De Martino ed Aldo Lado, due ottimi registi nostrani. Mi può parlare di loro? Di ciò che avete fatto insieme?

Castellari: Alberto è un uomo colto ed intelligente, con tanto mestiere e tanta passione. Ho imparato anche da lui. Ricordo i film fatti con lui, come suo aiuto, con grande affetto e dedizione. Lo ricordo con fraterna amicizia.
Di Lado non ho visto nessun lavoro. Il produttore Goffredo Lombardo mi chiamò a girare alcune scene d’azione di un film diretto da lui (“L’Umanoide”, 1978, N.d.R.) questo è tutto.
Adoro girare scene complicate per i miei colleghi, sono contento di poterli aiutare con le mie esperienze. Essere utile con la mia capacita “di genere” mi gratifica enormemente.

Chianese: Fu l’aiuto regista anche di Giuliano Carnimeo?

Castellari: No. Quando ho esordito alla regia lui era ancora aiuto regista.

Chianese: Come si spiega il suo incredibile successo negli Usa, quali film le piacciono dei suoi fan Quentin Tarantino e Sam Raimi?

Castellari: Perché dovrei spiegarmelo? Lo trovi così inverosimile? Negli states sono molto più apprezzato che in Italia!
Di Tarantino e Raimi? Mi piacciono quasi tutti i loro film.

Chianese: Ci sarà qualche remake di un suo film? Magari oltreoceano?

Castellari: Si. Sono in trattativa con l’avvocato di Tarantino per il remake di “Quel Maledetto Treno Blindato”.

Chianese: Volendo fare una lista, in America quali sono i suoi film che maggiormente hanno amato?

Castellari: Allora:
“La Polizia Incrimina e la Legge Assolve” (High Crime) del 1973
“Il Cittadino si Ribella” (Street Law) del 1974
“Keoma” del 1976
“Il Grande Racket” (The Big Racket) del 1976
“Il Cacciatore di Squali” (The Shark Hunter) del 1979
“L’Ultimo Squalo” (The Great White) del 1980
“Quel Maledetto Treno Blindato” (Inglorious Bastard) del 1977
“Il Giorno del Cobra” (The Day of the Cobra) del 1980
“1990: I Guerrieri del Bronx” (The Bronx Warriors) del 1982
“Fuga dal Bronx” (Escare from the Bronx) del 1984
ed infine
“Jonathan degli Orsi” (Jonatharn of the Bears) del 1993

Chianese: Durante la sua carriera quale è stato lo sceneggiatore con cui maggiormente è entrato in sintonia?

Castellari: Tito Carpi, senza ombra di dubbio!

Chianese: E’ vero che Steven Spielberg aveva tentato, tramite i suoi legali, di fermare la distribuzione del suo “L’Ultimo Squalo” (1980) perché, al botteghino, non pochi problemi stava dando a “The Jaws”, “Lo Squalo”?

castellari.jpg

Castellari: Non “aveva”… “ha” fermato il mio film perché nel primo weekend, nella sola città di Los Angeles, ha incassato 2.200.000$ !!! Era il 1982, un successo senza precedenti per un film straniero. Avrebbe compromesso sicuramente la produzione de “Lo Squalo 3”. Ho messo loro una gran paura. Tentarono ogni mezzo legale per bloccarmi e dopo un mese ci sono riusciti. Lottare contro lo staff dei legali della Universal è stata una battaglia impari. Ho la soddisfazione, totalmente inutile, di aver verificato all’uscita de “Lo Squalo 3” che i grandi della Universal avevano copiato il mio film in diverse sequenze.

Chianese: Chi ha amato come regista nostrano? Le piace Deodato?

Castellari: Vittorio De Sica, Alessandro Blasetti, Mario Monicelli, Luigi Comencini ed Ettore Scola.
Ruggero è un grande amico ed un ottimo professionista. Peccato che ci incontriamo di rado.
Ma c’era anche Antonio Margheriti, dimenticato da molti: un grandissimo professionista che continuo a stimare, addolorato per la sua scomparsa.

Chianese: “Agli americani piacciano i nostri film perché sono più fessi di noi” è una frase di Mario Bava…

Castellari: Non l’ho mai sentita e non la commento.

Chianese: Perché non si è mai dedicato pienamente al giallo, all’ horror? Erano campi che non le piacevano?

Castellari: Non molto…

Chianese: Il cinema di genere italiano oramai è morto: secondo lei perché? A chi ha giovato questa morte?

Castellari: Il cinema è morto! Ha giovato, questo fatto, solo alle televisioni. Il discorso è complesso, implica la politica… ma essendo io apolitico non infierisco sul dolore di tutti noi che amiamo il cinema.

Chianese: Attualmente c’è qualche film che proprio non le è piaciuto?

Castellari: Nessuno in particolare.

Chianese: Lei rifiutò la regia di “Zombi 2” che poi avrebbe diretto Lucio Fulci, le piacque quel film? Lei come lo avrebbe diretto?

Castellari: Il film è stato diretto da Lucio magistralmente, non sarei stato alla sua altezza se lo avessi realizzato io.

Chianese: Per curiosità, mi può parlare di quel che successe durante la realizzazione di “Sinbad dei Sette Mari”? Del rimaneggiamento ad opera di Luigi Cozzi?

Castellari: Erano quattro puntate televisive. La Cannon ha fallito proprio quando stavo finendo il film. Mancavano tutti gli effetti speciali. Non so chi si comprò tutto il materiale e lo assemblò, servendosi di Cozzi. Ma l’idea di sopperire a tutti gli effetti speciali mancanti con la favoletta raccontata da una mamma alla figlia è allucinante. Un risultato meno che mediocre che disconosco totalmente.

Chianese: Lei ha lavorato anche per il piccolo schermo: che regole si debbono accettare per lavorare in questo mondo? Quali sono le sostanziali differenze o i motivi ideologici che portano un regista di cinema a lavorare per i burocrati della TV?

Castellari: Meno soldi, meno tempo per girare, meno professionisti, e la totale mancanza di “amore per il cinema”.

Chianese: Quali sono i suoi nuovi progetti? Ha qualche film in cantiere? Come si intitola?

Castellari: Preferisco, per scaramanzia non rispondere.

Ed infine

Chianese: Che film va a vedere, attualmente, al cinema?

Castellari: Tutti, eccetto quelli pallosi.

RINGRAZIO AS CHIANESE PER L’INTERVISTA. MI HA DATO LA POSSIBILITA’ DI RICORDARE DEI MOMENTI BELLI ED AMICI CARI.
RINGRAZIO I LETTORI CHE POSSONO ANCHE VISITARE IL MIO SITO UFFICIALE: www.enzogcastellari.com

FILMOGRAFIA ESSENZIALE (con collegamenti web all’IMDB per i particolari)

Gli angeli dell’isola verde (2001) TV Series
Gioco a incastro (2000) (TV)
Deserto di fuoco” (1997) (mini) TV Series
… aka “Désert de feu, Le” (1997) (mini) (France)
… aka “Prinzessin Amina” (1997) (mini) (Germany)
Ritorno di Sandokan, Il” (1996) (mini) TV Series
… aka “Return of Sandokan, The” (1996) (mini) (USA)
Jonathan degli orsi (1993)
… aka Jonathan of the Bears (1993) (Italy)
Extralarge: Black and White (1991) (TV)
… aka Detective Extralarge: Black and White (1991) (TV) (Italy)
… aka Zwei Supertypen in Miami: Die Schöne mit dem kleinen Tick (1991) (TV) (Germany)
Extralarge: Black Magic (1991) (TV)
… aka Detective Extralarge: Magia nera (1991) (TV) (Italy)
… aka Giù le mani dalla strega (1991) (TV) (Italy)
Extralarge: Cannonball (1991) (TV)
Extralarge: Jo-Jo (1991) (TV)
… aka Detective Extralarge: Yo Yo (1991) (TV) (Italy)
… aka Zwei Supertypen in Miami: Der Kleine mit der großen Klappe (1991) (TV) (Germany)
Extralarge: Magic Power (1991) (TV)
Extralarge: Miami Killer (1991) (TV)
… aka Zwei Supertypen in Miami: Der Kindermörder (1991) (TV) (Germany)
Extralarge: Moving Target (1990) (TV)
… aka Extra Large: Deadly Object – Tödliches Ziel (1990) (TV) (Germany)
… aka Zwei Supertypen in Miami: Die Formel des Todes (1990) (TV) (Germany)
Hammerhead (1987)
Striker (1987) (as Stephen M. Andrews)
Sinbad of the Seven Seas (1986)
… aka Sinbad (1989)
Colpi di luce (1985)
… aka Light Blast (1985) (USA: video title)
Fuga dal Bronx (1984)
… aka Bronx Warriors 2 (1984) (Europe: English title)
… aka Escape 2000 (1984) (International: English title)
… aka Escape from the Bronx (1984) (USA)
Tuareg – Il guerriero del deserto (1984)
… aka Desert Warrior (1984/II) (USA: video title)
… aka Tuareg (1984) (Spain)
… aka Tuareg: The Desert Warrior (1984) (USA: longer version)
Nuovi barbari, I (1982)
… aka 2019, i nuovi barbari (1982) (Italy: alternative title)
… aka Metropolis 2000 (1982)
… aka New Barbarians, The (1982)
… aka Warriors of the Wasteland (1982) (USA)
1990: I guerrieri del Bronx (1982)
… aka 1990: The Bronx Warriors (1983) (USA)
… aka Bronx Warriors (1982)
Ultimo squalo, L’ (1980)
… aka Great White, The (1980)
… aka Last Shark, The (1980)
… aka Shark (1980)
Giorno del Cobra, Il (1980)
… aka Day of the Cobra (1980)
Cacciatore di squali, Il (1979)
… aka Cazador de tiburones, El (1979) (Mexico) (Spain)
… aka Guardians of the Deep (1979) (UK: video title)
… aka Shark Hunter, The (1979)
Sensitività (1979)
… aka Diabla (1979) (Spain)
… aka House by the Edge of the Lake, The (1979) (USA)
… aka Kyra (1979) (Europe: English title)
… aka Last House Near the Lake, The (1979) (USA)
Quel maledetto treno blindato (1977)
… aka Counterfeit Commandos (1977) (USA: reissue title)
… aka Deadly Mission (1977)
… aka G.I. Bro (1998) (USA: reissue title)
… aka Hell’s Heroes (1977)
… aka Inglorious Bastards (1977) (USA)
Via della droga, La (1977)
… aka Dope Way, The (1977) (International: English title)
… aka Drug Street (1977)
… aka Heroin Busters, The (1977)
Keoma (1976)
… aka Desperado (1976) (USA: cut version)
… aka Django Rides Again (1976) (USA)
… aka Keoma il vendicatore (1976) (Italy)
… aka Violent Breed, The (1976)
Grande racket, Il (1976)
… aka Big Racket, The (1976) (USA: dubbed version)
Avventure e gli amori di Scaramouche, Le (1975)
… aka Loves and Times of Scaramouche, The (1975) (USA)
… aka Scaramouche (1975)
… aka Skaramus u ratu i ljubavi (1975) (Yugoslavia: Serbian title)
Cipolla Colt (1975)
… aka Cibollero, El (1975)
… aka Cipollaro, Il (1975)
… aka Cry, Onion! (1975)
… aka Locos del oro negro, Los (1977) (Spain)
… aka Smell of Onion, The (1975)
… aka Spaghetti Western (1975)
… aka Zwiebel-Jack räumt auf (1975) (West Germany)
Cittadino si ribella, Il (1974)
… aka Street Law (1981) (Canada: English title) (USA)
… aka Anonymous Avenger, The (1974)
… aka Citizen Rebels, The (1981) (USA)
… aka Vigilante II (1974) (UK)
Polizia incrimina la legge assolve, La (1973)
… aka High Crime (1973)
… aka Policía detiene, la ley juzga, La (1973) (Spain)
Te deum (1972)
… aka Con Men (1972)
… aka Father Jackleg (1974) (USA)
… aka Sting of the West (1974) (USA)
Ettore lo fusto (1971)
… aka Ettore the Trunk (1971) (International: literal title English title)
… aka Hector the Mighty (1971) (International: English title)
… aka Rapto de Elena, la decente italiana, El (1975) (Spain)
Occhi freddi della paura, Gli (1970)
… aka Cold Eyes of Fear (1970)
… aka Fríos ojos del miedo, Los (1970) (Spain)
Battaglia d’Inghilterra, La (1969)
… aka Battle Squadron (1969)
… aka Eagles Over London (1969) (USA)
… aka Largo día del águila, El (1969)
… aka Sur ordres du Führer (1969) (France)
Ammazzali tutte e torna solo (1968)
… aka Go Kill Everybody and Come Back Alone (1968) (USA)
… aka Kill Them All and Come Back Alone (1968) (USA)
… aka Mátalos y vuelve (1968) (Spain)
Tre che sconvolsero il West – vado, vedo e sparo, I (1968)
… aka I Came, I Saw, I Shot (1968)
… aka Llego, veo, disparo (1968) (Spain)
Quella sporca storia nel west (1968)
… aka Johnny Hamlet (1968) (USA)
… aka That Dirty Story of the West (1968) (International: informal literal title English title)
Vado… l’ammazzo e torno (1967)
… aka Any Gun Can Play (1967) (USA)
… aka Blood River (1967/II) (UK)
… aka For a Few Bullets More (1967)
… aka Go Kill and Come Back (1967) (International: literal title English title)
Sette winchester per un massacro (1966) (as E.G. Rowland)
… aka 7 Winchester per un massacro (1966)
… aka Blake’s Marauders (1966) (USA: video title)
… aka Final Defeat, The (1966)
… aka Payment in Blood (1966)
… aka Renegade Riders (1966) (USA)
… aka Seven Winchesters for a Massacre (1966)
… aka Winchester for Hire (1966) (Australia: video title)

NOTA:
Voglio ringraziare per quest’intervista il mio carissimo amico Luigi La Rovere che non poco mi ha aiutato nell’ultimarla.

Share