di Alessandra Daniele

Dopo il decreto Sblocca-tangenti, e la promessa d’un Condonaggio (condono-riciclaggio) era inevitabile che la Banda degli Onesti provasse anche a stampare soldi falsi.
Con sopra i selfie di Salvini. Mentre s’ingozza, mentre sghignazza, mentre comizia, mentre schiva i gabbiani. I collezionisti andranno a caccia dell’introvabile: Salvini mentre lavora.
I cosiddetti “mini bot”, proposti dalla banda Grilloverde per pagare i debiti della pubblica amministrazione, sono in realtà un espediente per preparare l’uscita dall’Euro senza farsene accorgere.
Visto però che ormai se ne sono accorti tutti, tanto vale che il governo lo ammetta chiaramente: l’Italia sta per uscire dall’Euro, e adottare non una, ma due nuove monete, come i soci del contratto di governo. La prima servirà per gli scambi fisici, l’altra per quelli elettronici.

Il Salvino
Sarà una moneta commestibile, un biscotto farcito della ditta dolciaria che già da tempo ha il vicepremier sotto contratto come testimonial. Il valore corrisponderà alle calorie. Le monete da 50 avrebbero dovuto avere un lato alla vaniglia e l’altro al cacao, ma Salvini s’è opposto all’idea che la moneta che porterà il suo nome possa avere una faccia nera.

Il Casaleggio
Sarà una moneta virtuale adoperata in tutti gli scambi che avverranno per via elettronica, come pagamenti e acquisti online. Il valore di un Casaleggio sarà variabile, e verrà stabilito ogni settimana da una votazione degli iscritti grillini sulla piattaforma Rousseau.

È previsto un contentino anche per i nostalgici della Lira. Sarà infatti stampato un milione di banconote da mille lire stile vintage, con Giuseppe Conte al posto di Giuseppe Verdi. Questi biglietti però saranno soltanto ininfluenti fac-simili. Esattamente come Giuseppe Conte.

Per scongiurare il rischio d’una crisi finanziaria e d’un attacco speculativo, l’Italia uscirà dall’Euro in piena notte, cercando di fare meno rumore possibile. E sperando di evitare che qualche tabaccaio s’affacci alla finestra, e le spari alle spalle mentre scappa.

Share
Tagged with →