telefonodi Alessandra Daniele

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera aperta della National Security Agency degli Stati Uniti.

Cari italiani,
Sappiamo che state protestando perché intercettiamo i vostri premier. In realtà dovremmo essere noi a lamentarci, perché i vostri premier sono una rottura di coglioni tremenda.
Specialmente quello attuale.
Logorroico, petulante, ignorante, cazzaro. Gli agenti addetti a sbobinare le sue registrazioni reggono pochissimo, il turnover è frenetico.
Almeno Berlusconi era buffo, c’era la possibilità d’ascoltare qualche porcata, ma da Monti in poi siete andati sempre peggio.
Intercettare Monti era come guardare il vostro Consorzio Nettuno alle tre di notte. Ci si poteva addormentare sul lavoro per ore senza perdersi niente.
Con Letta era come intercettare il monoscopio.
Renzi però è insopportabile.
I nostri agenti sono professionisti solidi, addestrati a lavorare under pressure, e abituati ad ascoltare di tutto, ma dopo un’ora dei suoi giochi di parole si strappano gli auricolari urlando “Basta cazzate, basta, basta!”
Alcuni di loro sono dovuti andare in terapia.
Secondo i nostri sondaggi, ormai soltanto il 10% scarso degli italiani crede ancora alle cazzate di Renzi.
Può sembrare impossibile che in Italia siano rimasti così pochi imbecilli. Il fatto è che ormai anche la maggior parte degli imbecilli non gli crede più. Né lo sopporta.
Il vostro attuale premier è una tale rottura di coglioni che a volte anche a noi viene voglia di buttarlo giù. Far cadere il suo governo.
Non sarebbe certo difficile, visto che si regge esclusivamente sui voti di Alfano e Verdini, ma ci serve ancora.
Per la guerra all’ISIS. Per la guerra all’UE.
Quindi purtroppo ai nostri agenti toccherà sopportarlo.
Ce ne dispiace, perché noi americani teniamo molto ai nostri agenti, come il vostro presidente Mattarella ha dimostrato di sapere bene, ma purtroppo in questo caso dovranno sacrificarsi.
Almeno per un altro po’.
Il vostro prossimo premier cercheremo di sceglierlo meglio.
Share