di Alessandra Daniele

Inquisizione.jpgLa sentenza della Corte di Strasburgo, contraria alla presenza del crocifisso nelle aule scolastiche, ha suscitato energiche proteste da parte del Vaticano e di tutto l’arco parlamentare. ”Non ci toglieranno i nostri simboli!” Hanno affermato in particolare gli esponenti della maggioranza.
In effetti, l’immagine di qualcuno massacrato e ucciso dai suoi carcerieri è uno dei simboli che meglio rappresentano l’Italia.
La ministra Gelmini ha assicurato che gli unici cristi a essere sbattuti fuori dalle aule scolastiche saranno gli insegnanti precari licenziati.

Ospite a Che Tempo che fa, Gianfranco Fini ha dichiarato ieri: ”Nei confronti di Berlusconi siamo leali, ma non supini. Casomai a 90°”. Memore dei suoi trascorsi al G8, Fini ha poi sostenuto di non gradire “Il clima da caserma” nel Pdl, poiché non si tratta della Caserma di Bolzaneto.

Ancora una vittima dell’influenza AAAH!!1!1!!1. Il fatto che il paziente soffrisse anche di varie altre gravi patologie, avesse subito l’asportazione di entrambi i polmoni, e fosse già morto da sei anni, potrebbe avere aggravato il quadro clinico. Il viceministro della Salute viceconsiglia però di non abbassare la guardia e continuare a cagarsi sotto, comprando litri di bava disinfettante che ulcera le mani, costosissimi antivirali che necrotizzano il fegato, e correndo in ospedale al primo starnuto, per finire ricoverati nel reparto infettivi accanto a qualcuno con la dissenteria. La salute innanzitutto.

L’economia italiana dà forti segnali di ripresa. Aumentate in particolare le vendite di bava disinfettante che ulcera le mani, costosissimi antivirali che necrotizzano il fegato, e carta igienica. ”In questo settore – ha annunciato con orgoglio il premier – abbiamo superato anche l’Inghilterra, nonostante l’handicap d’avere il bidet”.

L’Unione Europea dà tempo all’Italia fino al 2012 per riportare il deficit entro la soglia del 3%. Poi distruggerà il pianeta.

Riaperto il caso dell’assassinio di Simonetta Cesaroni. I nuovi indizi accusano Claudio Amendola.

Vent’anni fa crollava il Muro di Berlino. I profughi sono ancora nelle baracche.

Sarkozy dichiara d’essere stato presente a Berlino la notte del crollo, e pubblica su Facebook una foto che lo ritrae col piccone in mano. La presenza nella stessa foto di Noemi Letizia che brinda coi suoi genitori, delle gemelle Cappa di Garlasco, di una modella di Ralph Lauren con la testa più grande dei fianchi, e di un’astronave Cylon all’orizzonte, getta però qualche dubbio sull’autenticità della foto.

Concluse le indagini sulla morte di Stefano Cucchi. È stato un’altra vittima dell’influenza AAAH!!1!1.

Share