di Typ

DanSimmons2.jpgSono almeno diciotto anni anni (dalla pubblicazione di Hyperion in Italia) che reputo Dan Simmons uno dei migliori autori di genere (veramente di almeno un paio di generi, horror e SF) viventi. Romanzi come Danza macabra, I figli della paura, L’estate della paura, il ciclo di Hyperion, romanzi brevi come Il grande amante, racconti come Mezzanotte nel letto dell’entropia hanno, a mio avviso, una forza espressiva che pochi raggiungono.
Però…
L’uomo Dan Simmons non è all’altezza dello scrittore, come ben espresso dalla citazione di Jean-Daniel Brèque. Ho frequentato a fasi alterne il forum di Simmons nell’arco di questi ultimi sette – otto anni. Dopo aver letto The Terror (forse la cosa migliore che ha scritto, di sicuro fra le migliori che ho letto nell’ultimo decennio), colto da entusiasmo, ho ripreso a frequentarlo con un po’ di assiduità nell’arco dello scorso anno.
Sono rimasto a bocca aperta.

Il forum di Dan (scusate se continuo a chiamarlo così, mi sto
disintossicando) è diventato un coacervo di ultrà conservatori, filoisraeliani, razzisti, antieuropei, antiislamici, bushiani di ferro (giuro che non credevo che esistessero). Lungi dal moderare, Simmons ne è il motore tutt’altro che immobile: propugna teorie in stile America First (Uber Alles), sobillando l’uditorio e denunciando incredibili attività complottistiche antiamericane. E’ il regno della paranoia: non mi stupisce l’episodio narrato da Jean-Daniel (che, detto per inciso, era forse l’unica voce pacata e sensata del forum, ma è europeo: razza inferiore…), vi assicuro che ne ho letto veramente di tutti i colori, sotto lo sguardo compiaciuto e paterno di Simmons.
Due esempi.
Qualche mese fa, nel mensile “messaggio alla Nazione” che Simmons posta sul sito, è apparso un suo racconto inedito, The Time Traveler, in cui immagina che un viaggiatore temporale si presenti a lui dal futuro per raccontargli che cosa succederà nei prossimi vent’anni. Vi lascio immaginare il contenuto: a causa del tradimento e della codardia degli imbelli europei, succubi dell’Islam, l’Europa è interamente governata dalla Sharia, il figlio di Simmons è stato condannato a morte a Londra per aver trombato un’islamica, la figlia è costretta a portare il velo e via cazzeggiando. Andate a cercarlo, è notevole…
Tempo fa un francese (forse Jean-Daniel?), nell’ambito di un thread in stile “i nostri ragazzi combattono e muoiono in Irak per difendere la libertà e la torta della mamma”, si è permesso di ricordare la recente uccisione di (mi pare) nove soldati francesi in Irak e ha fatto blande considerazioni sull’utilità dell’invasione come mezzo di difesa della democrazia mondiale e delle torte della mamma internazionali: è stato prontamente ricoperto di insulti. Un tizio (che Simmons ha poi redarguito bonariamente, come si fa con i bambini che dicono “cacca”) ha scritto che era la prima volta da oltre cent’anni che un soldato francese veniva colpito di fronte invece che alla schiena…
Mi fermo qui, ma vi assicuro che ci sono esempi quotidiani sul forum: io l’ho frequentato solo fino all’elezione di Obama (tanto per farmi due risate nel vedere le reazioni inconsulte…), poi ho smesso. Che dire?
Evidentemente la paranoia di Simmons sta mutando in solipsismo, visto che, invece di ammettere di aver fatto una cosa delirante, degna dell’ultimo Elvis (che cercò di farsi ricevere da Nixon per proporsi come informatore e delatore, convinto dell’esistenza di un complotto comunista hollywoodiano) e di essersi comportato da pazzo scatenato, si è pure liberato in modo così brusco e irrazionale dell’unica persona seria che frequentava il forum e che ne curava un settore. Per parte mia, ho smesso di leggere Tom Wolfe (che pure mi piaceva tanto) per molto meno, mi dispiacerà fare lo stesso con Mr. Simmons…

PS. Simmons, probabilmente a causa della pubblicità negativa, ha appena annunciato la chiusura “a tempo indeterminato” del forum…

Share